DENTI

DANZA ACROBATICA

I denti conoscono tutte le nostre parole, quelle dette, quelle spezzate, quelle che si sono fermate sfiorandoli e poi sono scivolate indietro.
Come pietre sensibili le loro radici affondano nella nostra memoria. Il sogno della perdita dei denti ci annuncia la perdita di una persona amata.
I denti proteggono nostalgie, conservano desideri, nascondono incubi.

Denti è uno scontro tra l’impossibilità di partire e il desiderio di dimenticare.
È stato creato esplorando la perdita, l’assenza, la gelosia e il desiderio.

Nascosto tra le pieghe di una giacca un ricordo ci ha stupito più di ciò che sapevamo già.

 

Denti è la voce che crediamo risuonare alle nostre spalle.
È il desiderio di impedire, di ringhiare, di mordere.

 

Denti è una divertente Tragedia

SHORT AND POWERFULL

BREVE E POTENTE

 

Denti è un solo breve di danza acrobatica che è stato portato in scena più di cento volte in Europa, Inghilterra e Russia.
Può essere proposto sia in teatro che all’aperto o in spazi non convenzionali.

Il suo punto di forza è una costruzione drammaturgica semplice unita ad una performance fisica di alto livello, in cui si legano in maniera indissolubile linguaggio acrobatico e danza contemporanea.

 

Quindici soli minuti di cui ogni secondo è importante.

 

Premi:

– Premio del pubblico Masdansa Spain
– primo premio Baltic dance competition Gdansk
– primo premio alla gara Factorydance Firenze

 

Questa coreografia è stata scelta come progetto di fine studi alla SEAD: Salzburg Experimental Academy of Dance. E’ stata imparata e ripetuta da:

Hector Palacio 2017
Eva Campanaro 2020

Crediti

Durata: 15 minuti

Coreografia : Piergiorgio Milano
Performer : Piergiorgio Milano
Consiglieri artistici: Brune Campos, Claudio Stellato.
Musica: “Mi par d’udir ancora” composta da Georges Bizet, cantata da Enrico Caruso; “Il walzer di un giorno” composta e cantata da Gian Maria Testa.

Molte grazie a : Fre Werbrouck, Natalia Medina, DancentrumJette, La RaffinerieBruxelles.

Denti è uno dei miei primi lavori e senza dubbio uno dei miei preferiti. Trovo affascinante vedere come, passando il tempo, continua a crescere seguendo ed assorbendo tutte le mie diverse esperienze. Questo solo è stato creato nel 2009 e mi piacerebbe poter continuare a portarlo in scena per sempre.

 

Piergiorgio Milano